Giorni di cronaca nera

4 luglio 2011.

Giungono strillate notizie cupe dai narratori di cronaca quotidiana.

In questi giorni vagamente tetri e faticosi, associati a giovani donne, o bambine, o bambole prese a calci e poi mostrate senza rispetto alcuno...

In questi giorni di fuochi pirotecnici mortali, esplosi senza limiti di confine, di cui non si può immaginare la fine e di cui forse non si rammenta neppure l'origine...

In questi giorni di cronaca nero opaco, sembra un paradosso parlare d'amore, di luna, o di vuote amenità in una canzone, in una poesia, in una serata fra amici.

Esco solo. Pazzo visionario. Poeta stralunato.

Arrivo passeggiando sul lungomare, poca gente, l'aria fresca della sera sulla costa, la risacca morbida e continua che picchia sugli scogli.

Ciò che sento intorno a me è confuso, flebile ma devo cercare di decifrarlo, soprattutto ora che sono fuggito da casa, autoespulso violentemente, in cerca di risposte.

Quello che vorrei è forse un miracolo, un onirico desiderio di ordine generale e celestiale. E lo voglio stabilire io, con le mie regole di armonia universale e di giustizia assoluta...che pretesa divina...

Un miracolo tutto sommato realizzabile, se è vero che la mente non ha confini: lei è fatta di immense distese di energia disponibili e orientabili. Sarà solo questione di andare a cercarle e imbrigliarle. Non c' è nulla di più urgente, di prioritario!

Se mi sento così pieno di aspettative, se desidero così tanto che i sogni più meritevoli e degni si avverino, perchè ciò non accade?

...continua...

 

Lascia un commento

  • Nome e Cognome:   *
  • E-mail:   *
  • Commento:
  • * Acconsento al trattamento dei miei dati personali.

Condizioni per il trattamento dei dati personali - Ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali), il trattamento dei dati che ci vengono forniti Ŕ improntato ai principi di correttezza, liceità, trasparenza e tutela della riservatezza. Titolare del trattamente dei dati è la Sig.ra Marina Vittori. L'articolo 7 del decreto riconosce all'interessato il diritto di accesso ai propri dati e il diritto di chiedere, in qualunque momento, la cancellazione, l'aggiornamento, la rettifica, l'integrazione, il blocco dei dati trattati in violazione di legge, inviando un'e-mail a info@ilsognodegliaquiloni.it

 

Poesie e testi contenuti sul sito www.ilsognodegliaquiloni.it sono ESCLUSIVA PROPRIETA' DI Massimo Savoldelli e Marina Vittori
Tutti i testi sono protetti dalla L. 633/1941 sul diritto d'autore. Ne è vietata, quindi, ogni riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione scritta da parte del titolare. Ne è vietata inoltre la riproduzione, anche parziale, sul World Wide Web attraverso le tecniche di mirroring, framing, posting o tramite qualsiasi altro mezzo senza l'autorizzazione scritta del titolare.